Esplora il museo:

La Storia
L’Esposizione
Informazioni

La Storia

Fondato nel 1939 dall’agronomo Igino Ambrosini, appassionato di storia locale, e ricostruito nel dopoguerra, il Museo dell’Ombrello e del Parasole di Gignese, paese del Vergante, si trova dal 1976 nella sua definitiva sede in un edificio su due piani riproducente la sagoma di tre ombrelli affiancati.

Sostenuto dai contributi della regione Piemonte, del Comune e dall’associazione Amici del Museo accoglie circa 1500 pezzi tra impugnature, bastoni, ombrelli e parasole e racconta  l’evoluzione delle mode che hanno influenzato dall’800 a oggi  lo stile di questi accessori.

Comprende anche pezzi storici, ombrelli appartenuti a pittori, cardinali, nonché il parasole della Regina Margherita, la cui famiglia era solita villeggiare  a Stresa. Nel settore del Museo dedicato alla vita degli Ombrellai  è possibile ammirare i rudimentali attrezzi delle antiche botteghe, in un viaggio di memorie attraverso i volti, gli strumenti, i luoghi di lavoro che hanno caratterizzato la produzione di ombrelli.  Un itinerario storico ricco di immagini, di testimonianze e curiosità di un lavoro antico che gli ombrellai nati nel Vergante hanno saputo far conoscere ed apprezzare in tutto il mondo.

Alle cure del Museo, oltre al personale, hanno provveduto in passato e continuano a provvedere tante persone disinteressate: volontari, collezionisti, studiosi e appassionati desiderosi che sia custodita la memoria di queste terre.

Celebrazione dell’ottantesimo anniversario dalla fondazione.
Ottant'anni fa Igino Ambrosini (1883-1955) che aveva già dato vita con altri amici al Giardino Botanico "Alpinia", portava a compimento il progetto che gli era...
Leggi "Celebrazione dell’ottantesimo anniversario dalla fondazione."

L’Esposizione

Dedicare al parasole e all’ombrello un Museo è stata un’idea non solo originale, ma anche piena di rispetto e amore per gli ombrellai che hanno, soprattutto nella zona del Vergante, le loro radici.

Vi si conservano oltre 1000 pezzi. Le razionali vetrine ne ospitano 200 circa, quelli che più precisamente consentono al visitatore di seguire l’evoluzione dei tipi e delle mode dai primi anni del ‘900 fino ai nostri giorni.

Al piano terreno sono visibili vari materiali di copertura: le trine, le sete, i cotoni e le fibre sintetiche, così come le stecche e i fusti di legno e metallo, osso e altro, e poi le bellissime impugnature intagliate nel legno e quelle realizzate con materiali preziosi, con avorio, con smalti dipinti a mano o madreperla.

Al piano superiore del Museo è possibile vedere foto di moda e documenti storici che descrivono l’uso del parasole, degli ombrelli e tutto quanto  riguarda il commercio degli artigiani ombrellai: dalle foto dei pionieri, alla collezione degli attrezzi del mestiere quali contenitori in pelle o in legno per i materiali necessari alla riparazione degli ombrelli e gli oggetti che facevano parte della vita di tutti i giorni degli ombrellai ambulanti e infine alcune fatture delle fabbriche di tutta Italia.

Filmati storici

Informazioni

INDIRIZZO

Museo dell’ombrello e del Parasole
Viale Golf Panorama n. 2 bis
28836 Gignese (VB)

Tel. +39 3770841032
Tel. +39 3474457160
info@museodellombrello.org


TARIFFE DI INGRESSO

  • Intero € 2.50
  • Ridotto per gruppi di minimo 10 persone € 1.50

ORARI DI APERTURA

Dal 01 Aprile al 30 Settembre
10:00 – 12:00
15:00 – 18:00
Chiuso il Lunedì